VIBO, PERSEGUITA EX SUOCERA ED EX COGNATA. ARRESTATO PER STALKING DOPO UNA FUGA IN VIA KENNEDY

UNA SEPARAZIONE INSOPPORTABILE I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia hanno arrestato un uomo per il reato di stalking. Si tratta di Antonio La Bella, disoccupato di 49 anni, già noto alle forze dell’ordine…

CC Vibo Valentia

Vibo Valentia – I carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia hanno arrestato un uomo per il reato di stalking. Si tratta di Antonio La Bella, disoccupato di 49 anni, già noto alle forze dell’ordine. L’ultimo episodio risale a pochi giorni fa, quando l’uomo si e’ reso protagonista di alcuni momenti concitati su via Kennedy minacciando e insultando alcuni parenti della sua ex moglie. La donna si era allontanata dall’ex marito perché stanca delle continue minacce e degli insulti che quotidianamente il marito le indirizzava. Dopo la sofferta separazione si trasferisce momentaneamente a casa della madre, ma La Bella avverte l’episodio come un affronto imperdonabile e inizia a inveire contro la suocera e la cognata, colpevoli secondo lui di aver incrinato il loro rapporto. Il comportamento dell’uomo degenera quando, in preda ad un raptus di rabbia, tenta addirittura di sfondare la porta dell’abitazione, non riuscendovi per un caso fortuito. Da allora perseguita le due donne che temono di essere sempre seguite e minacciate da La Bella. che si fa vedere con frequente nei luoghi frequentati da loro. All’ennesima aggressione, avvenuta davanti l’appartamento delle donne, intervengono però anche i carabinieri che lo conducono in caserma. A questo punto l’uomo tenta una fuga in via Kennedy, ma viene prontamente bloccato dai militari che durante la perquisizione gli trovano nascosto nel maglione anche un martello. E’ ipotizzabile che volesse scagliarlo contro le vittime. ma per fortuna e’ stato fermato prima che la vicenda si tramutasse in tragedia.

Redazione Vibo Valentia

Cosenza: Polizia sequestra impianti emittenti tv

La Polizia Postale di Cosenza ha posto sotto sequestro gli impianti trasmittenti di alcune emittenti televisive private, i cui ripetitori si trovano in contrada Timparello Alto del comune di Lappano (CS). Gli impianti, secondo quanto riferito, avrebbero disturbato le trasmissioni della Rai e di alcune emittenti locali. Sequestrate 5 apparecchiature radiolettriche, riconducibili alle emittenti Canale Italia, Radio Italia Tv e 7 Gold. Il controllo e’ scaturito da una serie di denunce sporte da privati cittadini e da istituzioni locali, che lamentavano disturbi nella ricezione. Il sequestro e’ avvenuto dopo che gli specialisti dell’Ispettorato Territoriale Calabria, sede di Cosenza, hanno monitorato i canali di trasmissione con l’ausilio di speciali apparecchiature che permettono di identificare univocamente i segnali di uscita di ciascun emittente. Segnali che poi vengono confrontati con i canali radiotelevisivi regolarmente concessi. Uno degli impianti risultava gia’ sequestrato in precedenza, ma rimesso in funzione dopo averne rotto i sigilli. L’infor mativa e’ stata trasmessa alla Procura della Repubblica di Cosenza.

Redazione Ansa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: