CATANIA, SEQUESTRATA E VIOLENTATA PER 3 ORE IN UN CASOLARE DI ZAFFERANO ETNEA

UN INCUBO DURATO OLTRE 3 ORE Quattro persone di nazionalità rumena, tra i 19 e i 23 anni, sono stati arrestati a Catania per sequestro di persona, violenza sessuale e rapina ai danni di una connazionale ventenne.

L’orrore di Zafferano Etnea

Catania – Quattro persone di nazionalità rumena, tra i 19 e i 23 anni, sono stati arrestati a Catania per sequestro di persona, violenza sessuale e rapina ai danni di una connazionale ventenne, in un operazione condotta dai carabinieri della compagnia di Piazza Dante e dalla polizia. La giovane, una prostituta, era in un compagnia di un’altra donna in viale Africa, quando e’ stata avvicinata da due uomini a bordo di un’auto. Convinte a salire sul mezzo, l’amica della vittima, sospettando che le cose stessero per mettersi male, alla fine si e’ tirata indietro ed e’ scappata. La giovane vittima, invece, e’ andato con loro. E’ stata condotta a Zafferana Etnea, dove si sono uniti altri due romeni, che nel paese fanno gli spaccalegna, e l’hanno costretta a seguirli in un casolare. Qui i quattro, a turno, hanno stuprato la connazionale. Le terribili violenze sono durate per circa tre ore. Poi, tra le lacrime, la donna li ha supplicati di portarla in un’ospedale per farsi curare le numerose ferite e lacerazioni: e’ stata cosi’ abbandonata al Vittorio Emanuele di Catania. Qui sono scattate la denuncia e le successive indagini che hanno consentito di arrestare immediatamente gli stupratori. Ulteriori dettagli dell’operazione saranno illustrati alle 10 nel corso di una conferenza stampa presso il comando provinciale dei carabinieri.

Catania: filmato mentre brucia negozio. Arrestato

Ha prima inviato delle missive minatorie allo scopo di estorcere denaro. Poi ha cosparso l’ingresso di un negozio di ferramenta con della benzina e ha dato fuoco. Tentata estorsione e’ l’accusa per la quale la polizia ha arrestato stamani  Catania Gaetano Lombardo di 53 anni, pregiudicato per reati di estorsione. L’uomo e’ finito in manette dopo che agenti della Squadra mobile hanno visionato il contenuto di una registrazione video di una telecamera a circuito chiuso installata in una via del centro storico, nei pressi del Castello Ursino. L’uomo abitava in zona.


Redazione Catania


> CATANZAROTG > COSENZATG > CROTONETG > REGGIOTG > VIBOTG

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: