CATANZARO, OMICIDIO DOMENICO DONATO: CORPO CARBONIZZATO, SI ATTENDE IL DNA PER ESEGUIRE L’AUTOPSIA

IL GIALLO DELLA PINETA SI FA SEMPRE PIU’ FITTO Si attende l’esito delle verifiche comparative sul Dna per sbloccare l’impasse nelle indagini sulla morte di Domenico Donato, il rappresentante di commercio 54enne trovato carbonizzato all’interno della sua auto.

Domenico Donato

CATANZARO Si attende l’esito delle verifiche comparative sul Dna per sbloccare l’impasse nelle indagini sulla morte di Domenico Donato, il rappresentante di commercio 54enne trovato carbonizzato all’interno della sua auto, anch’essa bruciata, nella pineta di Siano (nella foto). Dai risultati delle analisi si avrà la conferma ufficiale sull’identità del corpo; un passaggio che sbloccherà l’esecuzione dell’autopsia, che verrà disposta dal sostituto procuratore titolare del fascicolo, Simona Rossi.

Al momento, infatti, i resti umani rivenuti all’interno della Volvo 40 station wagon sono custoditi nella sala mortuaria dell’Istituto di medicina legale, in attesa che sia possibile esaminarli. Dall’autopsia potrebbero emergere nuovi spunti per gli investigatori, che al momento non sarebbero neanche nelle condizioni di escludere persino l’ipotesi del suicidio. E ammesso che Donato sia stato ucciso, non si è in condizioni di conoscere le modalità del delitto: l’uomo è stato prima tramortito e poi incendiato, o gli si è dato fuoco da vivo?

Sin dai primi momenti successivi al rinvenimento del corpo carbonizzato – avvenuto sabato scorso, all’alba, all’interno della pineta di Siano – gli inquirenti si sono concentrati sull’attività lavorativa dell’uomo, che fra l’altro aveva prestato servizio come rappresentante di commercio per conto di una fabbrica di prodotti caseari ubicata in provincia successivamente fallita e, nell’ultimo periodo, si era trasferito alle dipendenze di un’azienda di prodotti ittici.

D’altronde, fino a questo momento non sarebbero emersi particolari rilevanti nella vita privata del cinquantaquattrenne, divorziato e padre di due figli, residente a pochi chilometri di distanza del luogo del rinvenimento del suo cadavere carbonizzato.

Sin dal momento della presunta identificazione (per l’ufficialità si aspetta il Dna) gli agenti della squadra mobile della Polizia hanno sentito a lungo parenti e amici dell’uomo, acquisendo elementi che potrebbero essere sviluppati nel corso delle indagini

A cura di Giuseppe.L. Romano Gazzetta del Sud

> CATANZARO > COSENZA > CROTONE > REGGIO > VIBO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: