SCANDALO UNIVERSITA’ DI CATANZARO, LA PROCURA SI GIOCA TUTTO IN 3 MESI

SCANDALO UNICZ: UN GIALLO IN PIENA REGOLA L’Inchiesta sul furto dei test di ammissione alla facoltà di Medicina dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro si allarga a macchia d‘olio. Tre mesi di proroga per smantellare la rete di complicità .

CATANZAROL’Inchiesta sul furto dei test di ammissione alla facoltà di Medicina dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro si allarga a macchia d‘olio. I magistrati titolari dell’inchiesta, Salvatore Curcio e Paolo Petrolo, hanno chiesto al gip Tiziana Macrì un ulteriore proroga di tre mesi per condurre gli accertamenti necessari a valutare ogni singola posizione, proprio al fine di stabilire l’eventuale colpevolezza o innocenza dei 68 indagati.

Un compito estremamente delicato quello affidato al tandem dei sostituti procuratori Curcio – Petrolo, che dovranno divincolarsi tra le insidie dell’interminabile elenco dell’ipotesi di reato: associazione per delinquere, furto aggravato, abuso d’ufficio, peculato, corruzione e falsità materiale e ideologica.

Il primo filone dell’inchiesta aveva coinvolto 20 indagati, tra studenti, addetti alle pulizie e impiegati amministrativi, i quali affiancati dalla folta schiera di legali, avevano riportato le loro testimonianze nel corso dell’udienza preliminare. L’ipotesi accusatoria è stata avvalorata dalle dichiarazioni raccolte tra gli ‘indagati simbolo’ dell’inchiesta, l’addetto alle pulizie e vigilanza delle aule Walter Mancuso e l’impiegato informatico Antonio Cuteri. In tale contesto, a differenza di Antonio Cuteri, che fin dai primordi si è dichiarato estraneo ai fatti, era stato Walter Mancuso, tradito dall’impronte digitali lasciate sul foglio immediatamente successivo al test sottratto da uno dei tre plichi manomessi, a chiamare in causa un collega e tre studenti che avrebbero partecipato alla falsificazione dei plichi scoperta nel settembre del 2007.

Lo scandalo che travolse l’Università Magna Graecia costrinse la Procura ad allargare il raggio d’azione investigativa, riuscendo nell’intento di ricostruire la catena di complicità che si celava nella struttura del campus universitario.

Il 22 aprile andrà in scena il processo a carico di Cuteri, per il quale è stato ammesso dal gip il giudizio immediato, e il 28 aprile sarà la volta di Mancuso, che ha invece chiesto, per mano degli avvocati Peppe Fonte e Antonella Canino, di essere giudicato con il rito abbreviato. In entrambi i casi, il reato contestato è quello della sottrazione di alcuni fogli dai plichi avvenuta nel settembre 2007, in occasione dei test d’ammissione alle facoltà universitarie di Medicina e Chirurgia, Medicina Veterinaria e Odontoiatria e Protesi.

Secondo le informazioni rilasciate dai carabinieri, il furto sarebbe stato commesso da una rete di complici, affermazione che trova conferma proprio nelle dichiarazioni rilasciate dallo stesso Mancuso. L’addetto alle pulizie sembra essere il capro espiatorio di una fitta trama di complicità:  l’introduzione indisturbata nella famigerata “sala dimostrazione 1”, il taglio dei sigilli apposti sui plichi contenenti i test, l’estrazione dei quattro abstract contenenti le risposte alle domande da proporre ai candidati, inducono a supporre la presenza di complici interni all’Università, come il collega chiamato in causa da Mancuso nel corso del primo interrogatorio, o il sistema di vigilantes che abbia potuto manomettere il sistema d’allarme.

Il pool di Catanzaro, nel secondo filone dell’inchiesta, è fortemente determinato a smantellare tutti i responsabili di uno scandalo senza precedenti, che portò anche all’annullamento delle prove, tra lo sconforto dei candidati che, dopo un estate di sacrifici, avevano regolarmente superato l’ardua prova d’ammissione.

REDAZIONE CATANZARO

GUARDA L’EDIZIONE ODIERNA DI INCALABRIA
> CATANZAROTG24 – L’INFORMAZIONE DALLA CITTA’ DEI 3 COLLI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: