CALABRIA INDIPENDENTE NOTIZIE – IN PRIMO PIANO GLI SPECIALI SUL DELITTO LA ROSA E SUL DECESSO DI GABRIELE D’AMBROSIA

OMICIDIO LA ROSA: CLAN DELLA ‘NDRANGHETA IN LOTTA SUL TIRRENO. RESTA LA FAIDA L’IPOTESI PIÙ ACCREDITATA

I CARABINIERI STANNO VAGLIANDO TUTTI I CONTATTI DELL’UOMO. Si segue la pista delle vendetta o della cosiddetta faida fra cosche mafiose per contendersi il potere dell’egemonia sugli affari illegali. Naturalmente non si escludono altre ipotesi.

ANTONELLO LA ROSA PIÙ VOLTE CHIAMATO IN CAUSA DAI COLLABORATORI DI GIUSTIZIA CHE GLI ATTRIBUIVANO UN RUOLO DI PRIMO PIANO

EMERGENTE CON UNA STRATEGIA DI ESPANSIONE. Da luogotenente a capo clan. Secondo i collaboratori di giustizia, quella di Antonello La Rosa – l’uomo freddato sabato pomeriggio a colpi di pistola  – è stata una carriera criminale di alto livello che si snoda lungo una scia di sangue.

I FIGLI DI D’AMBROSIO: NOSTRO PADRE ERA SANO . NEL POMERIGGIO L’AUTOPSIA ALL’ANNUNZIATA

wpn5inz0.jpg

IL FATTO. In una nota i congiunti del pensionato confermano che lo stato di buona salute del settantottenne era certificato dalle cartelle cliniche. I familiari continuano ad esludere che il 78enne fosse affetto da patologie cardiocircolatorie

COSENZA- LITE TRA VICINI, DALL’AUTOPSIA LA VERITÀ SULLA MORTE DI GABRIELE D’AMBROSIO

OGGI LA PROCURA CONFERIRA’ L’INCARICO AI PERITI. Il settantottenne aveva lavorato per anni alle dipendenze dell’Amministrazione provinciale. Alle 13.30, il procuratore  Granieri ed il pm Cestone, conferiranno l’incarico autoptico ai consulenti tecnici d’ufficio.

SERSALE. È MORTO IERI DOPO 12 GIORNI DI AGONIA LUIGI RIZZO VITTIMA DI UN AGGUATO MAFIOSO IL 13 OTTOBRE

E’ DURATA 12 GIORNI L’AGONIA DI LUIGI RIZZO, il boscaiolo di 46 anni ferito in un agguato la sera di lunedì 13 ottobre a Sersale, nella Presila Catanzarese. E’deceduto l’altro ieri all’ospedale “Pugliese”, dove era stato ricoverato nel reparto di Rianimazione, e lottava tra la vita e la morte.

RENDE. GRUPPO DI BABY VANDALI ROMPE A SPRANGATE LE FINESTRE D’UNA SCUOLA. TUTTI INDIVIDUATI I RESPONSABILI

DUE RAGAZZINI ARMATI DI SPRANGHE. Due ragazzini armati di spranghe. Come nei ghetti delle grandi metropoli americane. Dotati di oggetti contundenti per distruggenre le finestre di una scuola. Della scuola media statale “Giovanni Falcone” di Quattromiglia.

LITE TRA ROM FINISCE A COLPI DI PISTOLA ROBERTO BEVILACQUA VENTICINQUENNE FERITO A UNA MANO

PROGNOSI DI 30 GG PER BEVILACQUAE. Finisce a pistolettate uno scontro tra rom nel quartiere di Ciccarello. Roberto Bevilacqua, 25 anni, è stato raggiunto alla mano destra da un colpo esploso nel corso di una lite, scoppiata nella notte tra sabato e domenica, dai contorni ancora non del tutto chiariti

BANDA DI SCIPPATORI FINISCE NELLA RETE DELLA POLIZIA. TRE ARRESTI DOPO UN COLPO IN VIA FILIPPINI.

BANDA DI SCIPPATORI IN MANETTE. . Sono stati gli agenti delle volanti, impegnati nei servizi di controllo del territorio disposti dal questore Santi Giuffrè, ad arrestare i responsabili di un “colpo” commesso in pieno centro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: